• Amplificatore Yamaha A-S801: linee retr˛, dac sabre dsd/pcm, ingresso phono, ed una potenza di 100watt per canale!

    Yamaha, continua a rinnovare la gamma di amplificatori integrati della linea A-S, iniziata con l'A-S2000, modello di punta di qualche anno fa, che proponeva uno stile estetico anni settanta, con un circuito interamente bilanciato.

    La nuova generazione Ŕ composta dai modelli A-S201, 301, 501, 701, 801, il recente A-S1100 con i vu meter che richiamano i modelli maggiori, poi il fantastico A-S2100, che eredita design e tecnologia dal flagship A-S3000.



    un dettaglio del nuovo A-S1100


    L'intera gamma riesce a soddisfare tutte le esigenze, proponendo concretezza, versatilitÓ, e qualitÓ per ogni fascia di prezzo.


    In questa sede parleremo del nuovo A-S801, che con i suoi 100watt per canale su 8ohm, un layout dal circuito simmetrico TopArt (Total Purity Audio Reproduction Technology), ed un dac integrato capace di riprodurre anche DSD64 e 128, sembra essere un ottimo rivale per l'ambito titolo di amplificatore best buy nella categoria "budget", considerando che il prezzo proposto nei migliori shop americani si aggira intorno agli 899 dollari.


    A-S801: costruzione


    Quale formula propone Yamaha per ottenere il titolo di best-buy?
    Partendo dalle fondamenta, un doppio fondo con base di ferro di 1mm di spessore per evitare vibrazioni, con una barra di rinforzo centrale. Trasformatore e condensatori "custom" yamaha, due dissipatori in estruso di alluminio. Il dac Sabre 9010K2, con i suoi 116db di range dinamico e la capacitÓ di gestire segnali con risoluzioni fino a 384khz e DSD nativo fino a 5.6mhz (DSD128) ed un comodo telecomando per gestire il tutto.


    A-S801: uno sguardo all'interno

    Sul pannello posteriore troviamo 5 ingressi analogici, con rec-out, un ingresso USB con supporto driver Asio 2.3, ingresso coassiale ed ottico, ingresso phono MM, uscita subwoofer impostata con taglio fisso a 90hz.



    Sul pannello frontale, troviamo il selettore ingressi con led e funzionamento a manopola, ed indicatori led segnalare la frequenza di funzionamento del dac, il controllo di bilanciamento, toni, loudness, e l'eventuale pulsante "direct" per bypassare i controlli ed aumentare la qualitÓ del segnale.




    Presente anche un tasto "CD DIRECT AMP", che toglie corrente agli altri ingressi, bypassa i controlli di tono, e permette all'ingresso denominato "CD" una connessione pi¨ pulita con la sezione finale, portando il rapporto segnale rumore a 109db, contro i 99db altrimenti dichiarati per gli altri ingressi.

    Sul versante amplificazione, la casa dichiara un damping factor di 240 (1khz, su 8ohm), ed una potenza dinamica di 240watt su 2ohm. La potenza continua dichiarata Ŕ di 100watt su 8ohm.


    Un amplificatore adatto ad un pubblico eterogeneo, che pu˛ ben figurare in un setup non troppo esigente, che punta ad una prestazione solida e completa, e che di certo si sposa bene con l'esigenza di una spesa contenuta.



    Yamaha A-S801 versione silver



    Le caratteristiche complete
    :
    Potenza RMS: (8 ohms, 20 Hz-20 kHz) 100W+100W (0.019% THD)
    Potenza Dinamica: (8/6/4/2 ohms) - (140/170/220/290W)
    Damping Factor: 240
    Risposta in frequenza: 10Hz-100kHz +/- 1.0 dB
    THD: (CD a uscita diffusori, 20Hz-20kHz) 0.019% (50W/8ohms)
    Rapporto segnale rumore: (CD) 99 dB
    Ingressi Audio/uscite: 8 / 2
    Ingressi digitali: 1 coassiale (fino a 192khz) / 1 ottico (fino a 96 khz)
    Ingresso USB: type B (DSD64-DSD128 e PCM fino a 384khz)
    Uscita subwoofer
    Uscita DC
    Controllo Pure Direct
    Controllo CD amplificazione diretta
    Consumo in stand-by: 0.5 W
    Controllo risparmio energetico
    Peso: 12.1 Kg
    Commenti 5 Commenti
    1. L'avatar di portnoy1965
      portnoy1965 -
      Se suonan bene per quanto son belli ....
    1. L'avatar di Liedolo6
      Liedolo6 -
      Cavoli, mi sembra di tornare a quando avevo 25 anni......

      Lo tenetti 10 anni lo Yamaha AX570 100+100 w rms poi, un giorno, per caso, presi un valvolare da 6 watt per canale, integrato, con delle vallvole Vt136/1625 mica le 300b o le 2a3, e mi resi conto che lo Yamaha suonava tagliente come una lametta...chissa questo che monta il mitico dac sabre, come suonera', immagino molto analitico.....
      Non son piu' tornato quello di prima purtroppo.....peccato....
    1. L'avatar di xyz
      xyz -
      Mi vien voglia di comprarlo ...bellissimo!!!
    1. L'avatar di Daniele Pucciarelli
      Daniele Pucciarelli -
      Il fascino dei vu-meter Ŕ sempre notevole. Anche a me piacciono; belli!
      Per˛...... per me, in un apparecchio HiFi, l'estetica Ŕ di secondaria importanza.... Anzi, "terziaria" !
    1. L'avatar di Zio
      Zio -
      Yamaha in passato suonava un po' brillante, chissÓ se hanno un po' smussato quegli alti un po' troppo presenti per i miei gusti. Sarebbe da ascoltare! Bella macchina.
DiyAudio 2.0
Unisciti a noi
C.Fis:RSSRNR60R10L407Y

Leggi la politica sulla privacy e i cookie del sito www.diyaudio.it